Loving People Through Food
Sep 242012
 

Sway, Dean Martin

 1100  960x720 pici e castagne fagioli al fiasco 2   Foto

I fagioli, come le castagne e i funghi, dalle mie parti sono considerati ingredienti non solo nutrienti ma anche preziosi, la risposta alla sfida della miseria, della povertà, per chi come la nonna con pochi ingredienti, tanta pazienza e tre ore di cottura sulla stufa riusciva a sfamare la propria famiglia e talvolta non solo la sua.

La vita oggi corre così veloce che raramente lascia il tempo di aspettare ben 3 o 4 ore per un pranzo o una cena, la lentezza non è contemplata, bisogna correre correre correre, i fagioli al fiasco sono un soffio d’ aria fresca dopo una giornata afosa, un respiro a pieni polmoni dopo essere stati in apnea per tanto, troppo, tempo.

Queste ricette sono la mia rivincita nel weekend..

I fagioli alla toscana, tanto tempo fa venivano cotti in un fiasco tappato in cima con della stoppa per consentire il passaggio del vapore formato dall’ acqua di cottura dei fagioli, il fiasco poi veniva posto tra la cenere accanto al camino, e lentamente si attendeva che i fagioli assorbissero tutta l’ acqua, una cottura lenta è vero, ma di grande gusto e soddisfazione.
Di fiaschi antichi non se ne trovano più, ad ogni modo “il fiasco” deve essere un fiasco spogliato del rivestimento esterno e col collo non troppo stretto per consentire il passaggio dei fagioli, ma in giro potete trovare questi “moderni” fiaschi di vetro (come nella foto), dalle forme più aggraziate, con un tappino forato per far passare il vapore, nei mercatini, alle fiere, nelle piccole botteghe di paese.
Mi raccomando… dato che questi gioiellini possono costare 20-30 ma anche 40 euro, quando li utilizzate per evitare che vi esplodano in cucina utilizzate uno spargifiamma sul fornello del gas e non riempite mai il fiasco fino all’ orlo!
L’ acqua di cottura verrà assorbita completamente dai fagioli che si saranno ben insaporiti, saranno teneri e gustosi e soprattutto profumatissimi perchè il fiasco avrà trattenuto tutti gli aromi!
Un piatto semplice è vero, ma di una bontà straordinaria, davvero un bel mangiare credetemi.
Potete usare fagioli cannellini, ma qualsiasi fagiolo “bianco” andrà ugualmente bene.

 1101  600x pici e castagne fagioli al fiasco   Foto

FAGIOLI AL FIASCO
4.0 from 1 reviews
Print

Autore:
Tempo Preparazione:
Tempo Cottura:
Tempo Totale:
Servire: 2
Ingredienti
  • fagioli bianchi (anche cannellini per esempio) 200 gr
  • acqua
  • olio EVO
  • sale
  • pepe
  • salvia
  • aglio 2 spicchi
Istruzioni
  1. Mettere i fagioli in ammollo per 1 notte.
  2. Versare nel fiasco i fagioli, l’ aglio sbucciato, 3-4 foglie di salvia, l’ olio, 3 grani di pepe, un filo d’ olio e coprire tutto con l’ acqua fredda.
  3. Chiudere il fiasco con il tappo.
  4. Porre il fiasco sul fuoco a fiamma bassa e con uno spargifiamma.
  5. Cuocere molto lentamente finchè i fagioli avranno assorbito tutta l’ acqua nel fiasco.
  6. Condire i fagioli con sale, pepe ed un filo d’ olio a crudo.

 button print gry20   Foto

Ti potrebbero interessare anche:

La signorina Pici e Castagne

  30 Responses to “Taste Of Tuscany : : FAGIOLI AL FIASCO”

  1.  

    Wow! E scopro sempre cose nuove!

  2.  

    Una meraviglia, pura. Altro che profumi e balocchi ;) a me basta e suffice il fagiolo! Buon inizio di settimana picina mia bella.

  3.  

    Ma che strumento affascinante!! Non lo conoscevo ma mi piace moltissimo questo fiasco. Chissà se si trova dalle mie parti…
    Fino ad ora il massimo della vita mi erano sembrati i fagioli al coccio, ma dopo la tua descrizione di quelli al fiasco, mi sa proprio che mi sono persa qualcosa. Come rimediare?!
    Buona settimana signorina!

  4.  

    Anch’io ce l’ho!!!Mi è stato regalato per natale 2 anni fa..Durante la cena tra amici che facciamo a natale, ognuno porta un regalo e poi tiriamo a sorte per decidere il destinatario, (il più delle volte torni a casa con qualcosa di assolutamente inutile), beh quell’anno sono stata particolarmente fortunata e mi sono accaparrata un fiasco!!Il mio assomiglia ad una beuta da lab!
    buon inizio settimana cara!

  5.  

    Serena che bel posto qui, complimenti! Vivo a Roma ma dato il mio cognome ho origine toscane (senesi, si dice in famiglia), sono laureata in Economia anch’io, abilitata…ma ho mollato la professione verso altri lidi. Conosco Piancastagnaio, ho trascorso in zona un capodanno e un bel week end e…adoro…sottolineo adoro, la cottura al fiasco…fra le etichette del mio blog troverai parecchie ricette perché come si dice…sono andata in fissa!!! Complici un paio di giorni a Pisa e una piacevole chiacchierata con la proprietaria di un ristorantino delizioso ho ritirato fuori il mio fiasco l’anno scorso (è di quelli moderni che avevo acquistato anni fa in uno dei miei raid compulsivi) e non l’ho mollato più!!!! Per cui…10 e lode alla tua ricetta di oggi!!!
    Un abbraccio
    Sabina

  6.  

    Ma che spettacolo!! Adoro queste ricette di una volta! Stupenda!! :)
    Un bacio tesoro

  7.  

    Ciao Picina, innanzi tutto complimenti per questa nuova grafica, e’ assolutamente eccezionale, fresca e dinamica…..come te! Forse negli ultimi giorni ci siamo perse un po’ di ricette, scusa tanto, cercheremo di recuperare, qui la situazione e’ sempre più incasinata e noi…..sempre più nevrotiche!
    I fagioli anche noi sono un must della cucina, di solito io d’inverno li metto nel forno a legna (dopo che ho cotto l’arrosto) e ce li lascio tutta la notte…per poi il lunedì sera farci una bella scorpacciata…..buonissimi! ciao tesoro e ancora complimenti!

  8.  

    non l’avevo mai sentita ma adoro i fgioli e non me la posso far mancare!

  9.  

    Serena, tu e Reb siete un’associazione a delinquere! E noi povere donne con la colite come facciamo? Sogniamo fagioli che poi non possiamo mangiare! Però che belle le ricette di una volta, sono il lusso del tempo moderno. Ciao bella, hai visto ho pubblicato una ricetta che tu avevi già postato ….per non correre rischi!!!! A presto.

    •  

      eheh…..
      ho visto la tua ricetta della schiacciata con l’ uva!!!
      ma sei stata mooolto più brava di me, perchè oltre ad utilizzare l’ uva “giusta” hai anche fornito utili informazioni sulla qualità!!!
      cosa che io proprio non avevo fatto :O(
      bacione!!

  10.  

    Adoro i fagioli al fiasco, da buona toscana! sanno di casa e hanno un sapore inconfondibile!

  11.  

    adoooro i fagioli al fiascooo!! solo che come dici te, la lentezza oggi non è contemplata e quindi… non li mangio mai :(
    PS: ho provato la tua frolla al miele e me ne sono perdutamente innamorata!!! grande :))))

  12.  

    Potrei morire davanti ad un piatto cosi :( Una sincera bontà che va premiata con più di un BRAVOOOO!!! Peccato che la mia novella allergia ai fagioli e alle lenticchie non sia di buona forchetta come me :(

    •  

      nooooo e come mai??? fagioli e lenticchie solamente? cioè, i ceci per esempio li puoi mangiare?
      ma che peccato! :O(((((
      vabbè, dai, c’ è sempre la zuppa… e al fiasco ci si può fare qualcosa che non siano fagioli…

      •  

        E’ un ‘regalo’ della gravidanza. La bocca si gonfia a dismisura, roba che la Parietti è normale al confronto. Di tutti i legumi per ora questa cosa me la fa solo i fagioli e le lenticchie. :( Ma ogni tanto sgarro, quando non devo lavorare e posso presentarmi in giro con la bocca come m’avessero gonfiata di botte :D

  13.  

    sono originario di Volterra.
    Il mi’ babbo mi racconta che gli alabastrai facevano questo piatto nel forno dove bollivano l’alabastro,
    io ho iniziato un paio di anni fa’ a riprodurre la ricetta, quella Volterrana presenta quanche piccola variante…..godereccia…….ma siamo li’.

    saluti

  14.  

    scusate mi hanno fatto assaggiare le lenticchie al fiasco e devo dire sono ottime. desidererei sapere dove posso acquistarlo un fiasco del genere e dato che non vivo in Toscana…. Ringrazio chi potesse aiutarmi fornendomi un indirizzo internet.
    giostra42@yahoo.it

 Leave a Reply

Richiesto

Richiesto

Vota La ricetta: