Loving People Through Food
Apr 112012
 

Wishin’ And Hopin’, Ani Di Franco
 277  960x720 mela4   Foto
Bene.. questo è decisamente un periodo di novità :O) che ancora non posso svelarvi per non rovinare la sorpresa..
Anche la cucina è stata travolta da quest’ aria nuova, di festa, sbrilluccicosa, entusiasmo travolgente che ti spinge a fare cose nuove, e l’ unica cosa a rattristarti sembra essere l’ incapacità di stare dietro ai tuoi pensieri..
Sempre chiusi in casa per quel piccolo piccolissimo trascurabile incidente ho colto l’ occasione per prendermi un po’ di tempo, fare un bel respiro profondo e provare questa crema frangipane che non avevo mai fatto in vita mia.
Ambraaaaaaaaaaa ma è buonissimissima la tua crema frangipane! :O)
 274  385x mela1   Foto  276  385x mela3   Foto
E dato che nonostante il riposo forzato a casa era pur sempre il lunedì di Pasquetta, oltre ai panini ho preparato anche un dolcetto a tema pic nic :O)
Così con il rabarbaro di Bulgari ho preparato una composta, che tra l’ altro può anche essere conservata in vaso come una marmellata, mi sono lanciata nella preparazione della mia prima crema frangipane e con la frolla ho preparato dei cestini con cui ricoprire le mele verdi.
L’ alternanza di consistenze e sapori al primo morso è incredibile: prima la frolla croccante, poi la mela tenera ma soda, la crema morbida e la composta di rabarbaro che si scioglie in bocca..
La dolcezza della crema, l’ aspro della mela, il gusto inconfondibile del rabarbaro e quel profumo di burro, zucchero e vaniglia della pasta frolla si fondono insieme e convivono senza prevaricarsi a vicenda, si sentono tutti i sapori distinti e poi un’ unica magia.
Il profilo bello di un dito rotto. Ma solo perchè non è il mio, eh!
 275  960x720 mela2   Foto

CESTINO DI MELE CON CREMA FRANGIPANE E COMPOSTA DI RABARBARO
Print
Tipo Ricetta: Dolce
Autore:
Ingredienti
  • PER LA CREMA FRANGIPANE DI AMBRA
  • farina di mandorle 100 gr
  • burro appena ammorbidito 100 gr
  • zucchero semolato 100 gr
  • uovo 1
  • fecola di patate/maizena 30 gr
  • mele verdi 4-5
  • uovo 1
  • PER LA PASTA FROLLA
  • farina 500 gr
  • burro pomata 250 gr
  • zucchero a velo 150 gr
  • tuorli 3
  • uovo 1
  • cannella
  • PER LA COMPOSTA DI RABARBARO
  • rabarbaro 1 costa
  • zucchero 2 cucchiai
  • limone
Istruzioni
  1. Preparare la pasta frolla impastando velocemente la farina con il burro, lo zucchero, le uova e la cannella.
  2. Avvolgere la pasta in un foglio di pellicola e riporre in frigo per una notte.
  3. Al mattino, preparare la crema frangipane come indicato Ambra:
  4. Montare il burro con lo zucchero fino ad ottenere una crema spumosa, aggiungervi l'uovo leggermente sbattuto e l'acqua di fiori di arancio sempre lavorando con lo sbattitore, incorporare la farina di mandorle (o le mandorle precedentemente tritate finemente nel mixer con un paio di cucchiai di zucchero) poco per volta e la fecola (o maizena), continuando a montare.
  5. Preparare la composta al rabarbaro.
  6. Tagliare il rabarbaro a pezzetti e farlo cuocere a fuoco molto basso insieme allo zucchero e ad un cucchiaio di succo di limone fino a che il rabarbaro si sarà disfatto completamente.
  7. Tagliare la parte superiore delle mele e con uno scavazucchine estrarre il torsolo delicatamente.
  8. Riempire ogni mela con un cucchiaino di composta di rabarbaro e colmare di crema frangipane l' interno delle mele.
  9. Chiudere ogni mela con la propria calottina.
  10. Preriscaldare il forno a 180°.
  11. Stendere la frolla e ricavarne delle striscette.
  12. Intrecciare le strisce di frolla come fossero un cestino.
  13. Spalmare la superficie delle mele con la composta (la parte non fibrosa) di rabarbaro per far aderire meglio la frolla.
  14. Coprire le mele con la frolla intrecciata.
  15. Spennellare la superficie dei cestini con l' uovo battuto ed infornare finchè la pasta frolla si sarà ben colorita.

 

Con questa ricetta NON partecipo all’ MTC di Aprile: tonta tonta tontissima me….

 button print gry20   Foto

Ti potrebbero interessare anche:

La signorina Pici e Castagne

  33 Responses to “CESTINO DI MELE CON CREMA FRANGIPANE E COMPOSTA DI RABARBARO”

  1.  

    … mi straccio le vesti. E se pensi che ho pure il tailleur buono, hai la misura del mio dispiacere.
    Ce la fai, a farne una seconda? Entro il 28, magari :-)
    Un bacione
    ale

  2.  

    ma è stupendo il cestino!

  3.  

    @Ale:se tu ti stracci le vesti,il mio fidanzato quando ha sentito il mio urlo stamattina ha creduto che mi fossi tagliata,o peggio..come MINIMO adesso devo prepararne un’altra..e mettere il filino di stoffa dell’agenda su Aprile….doh…
    @Aria:visto tutti i pasticci che combino sapere che questo cestino ti piace mi ci fa sorridere su questa mattina!!! :o*

  4.  

    No, dico… lo sai che sei un genio???? Peccato che tu abbia pubblicato prima del tempo per l’MTC… ho detto peccato? Mi correggo: per fortuna! ;-)
    Scherzi a parte, sono curiosa di vedere la tua prossima proposta per l’MTC! :-)

    •  

      no vabbè, io sto dando le capocciate al muro da stamattina……………………………………………………………….
      la mia prossima proposta la chiamerò suicidio di frangipane… scherzo. o forse no?!?! :O)

  5.  

    Cara Serena, capisco come ti senti. Mi è successa la stessa cosa a Marzo, quando ho postato una ricetta, la mia prima crepe che mi piaceva da matti, semplicemente non rispettando il regolamento, cioè non utilizzando la farina richiesta. E’ stato una sorta di choc ma mi ha dato la carica per fare altre 2 ricette molto carine e credo che succederà anche a te: se questo è l’inizio!
    Ma di dove sei, visto il titolo del tuo blog, mi sa che abitiamo vicino….anche io metto la colonna sonora in ogni post che pubblico. Un abbraccione e avanti tutta! Pat

    •  

      Ciao Pat!!! io abito a Roma ma il babbo è di Piancastagnaio (SI) e spesso, nel finesettimana almeno, sono lì.
      Ma ci credi che l’ idea che oggi fosse 11 Aprile non mi aveva neanche minimamente sfiorato?!?!
      Le volte che timbro documenti ufficiali a lavoro con la data del mio compleanno non si contano.. w l’ estemporaneità.
      Evvabbè, come dici tu, magari è da stimolo per fare meglio.. e poi il cestino, poveretto, ha avuto lo stesso il suo momento di gloria.. nelle nostre pance…. :O)
      ti abbraccio forte forte anche io!

  6.  

    Ciao Serena, che spettacolo….che peccato! E’ capitato anche a me la settimana scorsa, però io sono arrivata in ritardo con una ricetta che mi è costata una faticaccia e l’adoravo….purtroppo capita…dai che ne fai un’altra ;-)
    Baci. Val

  7.  

    Che meraviglia!!!!!!! Adoro la composta di rabarbaro ma non riesco a farla perchè non trovo il rabarbaro!!!!! Foto splendide!!!!! Baci

    •  

      Ely!!! io lo trovo.. ma a 18 euro al kg!!!!!!!!!!!!
      sto cercando qualche vivaio a Roma che venda delle piantine. Giuro che se riesco a mettere su una piantagione di rabarbaro te ne invio un po’. Quantèvvvvero mi metto a fare la coltivatrice di rabarbaro senza frontiere… :O)

  8.  

    Caspita io amo la crema frangipane (già solo il nome è evocativo!). Questo cestino è proprio da provare, mi piace da matti!! :)

  9.  

    a che carini questi cestini!!! Una rivisitazione della torta frangipane ipercreativa! bravissima!!!

  10.  

    che delizia e che foto meravigliose!
    baci
    Alice

  11.  

    E’ veramente un peccato, i cestini sono stupendi…..
    Buon per noi che abbiamo intenzione di partecipare, hi hi hi, un ipotetico vincitore in meno!!!
    Davvero, è un peccato che tu sia stata precipitosa…… posso darti un premio io perà se partecipi al mio contest!
    Ciao e non te la prendere troppo!
    Sandra

    •  

      grazie Sandra.. li avevo preparati lunedì per pasquetta e poi tra un dito rotto, un paio di pensieri di troppo ho perso la cognizione del tempo.
      un disastro….. :OP vengo a vedere il tuo contest..

  12.  

    ciao serena! ma che bello il tuo blog :)))
    chissà che bontà quel cestino… peccato davvero per l’mtc, ma per fortuna hai tutto il tempo per rifarti!
    l’anno scorso avevo anch’io cercato come una pazza il rabarbaro per fare un clafoutis, per poi scoprire che la mia vicina di casa ne ha una pianta enorme nel giardino di campagna. quest’anno rabarbaro à gogo (e aggggratis)!!!
    a presto
    cristina

    •  

      mììììììh!!!! il rabarbaro aggratis?!?!? e tu così me lo dici?!?!??!?!?! :O)
      per l’ MTC… chi non ha buona testa.. ha buone mani. e se non ce l’ ha è bene che se le faccia venire, ecco. :O)

  13.  

    Stupendo questo cestino! Che peccato che sia fuori concorso!!!! :(
    Anche io stavo pensando all’utilizzo del rabarbaro, ma mi hai preceduta, quindi non ti ruberò l’idea e penserò ad altro ;)
    Un bacione

    •  

      ma no ma no!!! dacci sotto col rabarbaro!!!! è troppo buono :O) e poi secondo me con la crema frangipane ci sta che è la fine del mondo! bacio

      •  

        Beh la mia idea era di utilizzarlo in un altro modo, non in forma di composta, ma devo anche vedere se lo trovo dalle mie parti. Tante volte ho idee che mi ronzano nella capa e poi devo rinunciarvi per mancanza dei prodotti :P
        A presto! ^^

  14.  

    ciao!!! complimenti perchè il tuo cestino è magnifico.. davvero peccato per il disguido del giorno.. ma se hai creato questo chissà cos’altro potrai tirar fuori!!! bravissima e bellissimo qui da te!!!

  15.  

    povera….però è splendida!

  16.  

    meravigliose!
    certo che se ti prendi a capocciate nel muro non la pensi mica male.
    pubblicare questa cosa incredibile due giorni prima!!!!!

  17.  

    Ma nooooo!!! Ma come fuori concorso??!! Mannaggiaaa!!! Dico solo che sono adorabili!! Non oso immaginare il casino per intrecciare questi fantastici cestini!!!Sono davvero belli…brava!!!Sai che adesso ti tocca farne un’altra vero?? La aspetto! Un bacione grande!Smack!

    •  

      ho appena messo in frigo la frolla…. :O)
      ehm… diciamo che sì, in effetti l’ intreccio è un po’ scomodo.. ma non potevo mica dedicarti una cosa così, approssimativa!
      nuova frolla, nuove idee, nuovi sapori e colori. si riparteeeeee!
      bacissimi :o*

  18.  

    ch ebelle questa gabbiette *u* chissà che figurone su una tavola

  19.  

    Urka… mi ero persa questi cestini! Ma scusa, la Raravis, non poteva spostare anche lei il calendario?! E’ un peccato che non siano in concorso, sono DA POLE POSITION!
    Nora

 Leave a Reply

Richiesto

Richiesto

Vota La ricetta: